Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘room’ Category

Stamattina mentre andavo al lavoro, percorrendo il consueto passaggio che va dalla metro gialla alla stazione di Spadina/Bloor c’era, come spesso capita, un tizio che suonava la chitarre, la cosa curiosa era che davanti a lui si era piazzato un uomo che gli fissava la chitarra. Chissa’.

Oggi sono tornato alla nuova casa per finire di pulire, in realta’ queste due parole per definire quella stanza non sono le piu’ adatta, l’una accanto all’altra. Il bagno adesso ha un aspetto semi decente e la camera e’ in condizioni dignitose.
Anche oggi sono tornato la’ con l’aspettativa di prendermi un po’ di forniture dal terzo (secondo) piano, ma anche oggi Seth, che come le altre due volte aveva promesso di aiutarmi, aveva altro da fare, in particolare questo pomeriggio era molto impegnato a giocare a Risiko. Quello di cui ho bisogno e’ il materasso, un divano, una scrivania e se c’e’ un armadietto. Rimandato tutto a mercoledi’.

Nel frattempo aprendo gli occhi sulla porta, che da sulla cucina, Irma ha visto un topo sui fornelli, che non la fa prender proprio bene. Seth e l’altro energumeno continuano a dire che e’ colpa dell’estate che a breve arrivera’ la ditta di pulizie ma io ho come l’impressione che con questa storia dell’estate mi stiano a pigliare per il culo, pero’ e’ anche vero che ci vivono anche loro li’ e mangiare dove vivono i topi, ecco, non e’ il massimo..

Read Full Post »

Domani vado a prendere le chiavi e il contratto della nuova casa, speriamo il tipo non sia in ritardo cronico come al solito.
Stasera pensavo che in zona non ci sara’ un No-Frills e sicuramente mi mancheranno i biscotti con cui faccio colazione, ma trovero’ altro. :)

Il proprietario della casa dove sono ora sembra proprio un furbetto, nel senso negativo del termine, voleva restituirmi il deposito il 15 settembre, per di piu’ con un assegno. Stasera mi ha detto che non ha i soldi, improbabile direi, ma non e’ una cosa che mi riguarda.

Oggi (almeno) 153 morti a Madrid.

Read Full Post »

E’ proprio vero, se non ti piace il tempo di Toronto aspetta 10 minuti, cambiera’.
Sono due giorni che esco di casa per andare al lavoro con un cielo meraviglioso, durante la mattinata piove a dirotto ed esce di nuovo il sole, poi torna a piovere nel pomeriggio/sera giusto un minuto di orologio dopo il mio rientro a casa.

Come ho gia’ detto qualche settimana fa qui l’ombrello e’ out e molti vanno in giro sotto la pioggia battente, che posso anche capirlo, visti i cambi atmosferici repentini. Pero’ oggi ho visto una mamma con passeggino che passeggiava sotto la pioggia, su e giu’ per la strada. Vabbe’.

A proposito di pioggia, la visione ottimistica della mia stanza e’ che non devo preoccuparmi che piova dentro, la finestra da sul corridoio interno….

nota: buffo sentire le mie coinquiline mezze fighette ruttare cosi’ spesso, con tutto quello che si mangiano, ma sopratutto bevono, non c’e’ da stupirsi in realta’.
nota2: il mio fantastico apriscatole funziona a meraviglia

Read Full Post »

Non so da dove iniziare, quindi comincero’ dalla fine.

Stasera, tornando alla mia reggia, ho visto un sacco di luci sul terrazzino di un paio di case oltre la mia e troppe macchine parcheggiate per strada (due..). Stavano girando un film o una pubblicita’, la cosa che si notava di piu’ era un’affettatrice..

Ho girato almeno 7-8 scuole di inglese, mi hanno dato tutte l’idea di entrare in qualcosa di molto simile a quello che ho trovato a New York quindi, a parte quella che sto seguendo (gratis) ed un’altra di cui mi hanno parlato tutti molto bene ma che posso frequentare solo un giorno a settimana da settembre, ho deciso che investiro’ qualche risparmio in alcool, che possiamo definire un altro genere di scuola, ne ho gia’ spesi troppi in formazione farlocca, meglio divertirsi.

Ok, arriviamo al significato del titolo.
Avete letto tutti quanti della mia ricerca di casa, dei posti coi topi, con le pareti creative o l’odore “particolare” di queste zone.
L’altro giorno dopo settimane di ricerca mi sono deciso a chiamare il contatto che mi avevano dato e che, per email, non rispondeva mai, tale Monhit o qualcosa del genere.

Ci fisso per le 6.30 di lunedi’, lui e’ un indiano che per vivere fa anche questo, ha in gestione delle stanze in questa struttura, forse anche in altre, sembra un tipo tranquillo e ispira fiducia ma sa bene in fatto suo.

Lo dico solo adesso che volevo averne la conferma, avendo sborsato per primo e ultimo mese, scaramanzia lo sapete..
Per farla breve dal 1 settembre andro’ a vivere in una confraternita, la Alpha Delta Phi di Toronto (non so se e’ proprio quella giusta :P, fra i suoi alumni compaiono personaggi come Rockfeller).

Quello che mi hanno raccontato e’ esattamente l’immaginario che si ha dalle decine di film mmerigani che passano le nostre tv. Per chi non lo conoscesse consiglio Animal House (soprannome dato dal mio contatto alla casa in questione).
Mi raccontavano di aver visto buttar giu’ divani, sedie, poltrone ecc da questa casa.

La visita non e’ stata delle migliori, delirio completo, poltrone, sedie, panche ovunque per terra, accompagnate da sporco diffuso. Stanno per chiamare un’impresa di pulizie perche’, come diceva Seth, che mi ha portato in giro per casa prima dei 45minuti di ritardo di Monhit: “e’ estate, non c’e’ nessuno e a chi c’e’ non importa molto, poi dopo le vacanze noi studiamo molto, non come in Europa o in Italia che all’universita’ vi divertite e studiate poco“.

Avevo due scelte, una stanza piccola al terzo (secondo) piano sotto il soffitto con la finestra rotta e poca voglia di ripararla, e una piu’ grande al pian terreno o al primo piano come dicono qua (vicino alla cucina..) con il bagnetto privato interno. Ho optato per quest’ultima. E’ vero che la pago un po’ di piu’ (con i prezzi italiani e’ ok, con quelli di qua un po’ meno, nonostante lo sconto) ma e’ anche vero che sto prendendo questa nuova sistemazione come un’esperienza, vivere con 13 confratelli sara’ divertente :)

La zona fra l’altro e’ fighissima: dall’altra parte della strada c’e’ l’Istituto Italiano di Cultura, a 3-400 metri la stazione della metro di St. George e in 5 minuti a piedi sono in ufficio, inoltre la zona e’ ben predisposta per raggiungere praticamente tutto dalla Chinatown Spadina/Dundas, la Little Italy di College st., la vita di Queen/Richmond/Adelaide/King, e’ la parte ad ovest di downtown, quella piu’ viva, ma sopratutto e’ la tavola numero 6 della mia mappa di Toronto, e’ un po’ come quando su una cartina vedere tutta la citta’ ma sul retro c’e’ il particolare della zona piu’ centrale o piu’ fighetta, io sono li’! e da come potrete capire, piglia bene! :)

Read Full Post »

Secondo giorno di scuola.
Vedo se riesco a trovarne un’altra a dei prezzi dignitosi.

Stasera in tv davano un programma interessante: 24 hours cab ride, interviste a tassisti immigrati (non come in Italia che e’ quasi una casta…). Interessante sentire persone da 10-20 anni in Canada, provenienti dagli attuali teatri di guerra di mezzo mondo.

La ricerca di casa continua.
Qui e’ uso comune avere gli scalini coperti di stoffa o cose cosi’, c’e’ il minuscolo dettaglio che se non ci stai dietro diventa, usando un termine tecnico, un raccattapolvere, ecco oggi ho visto una casa che era polvere con un po’ di mobilia intorno..

Read Full Post »

Ennesima casa

Ieri ennesima visita ad una casa in una zona forse interessante.

Ho anche incontrato un alto collega di Visa toscano.

Niente di significativo, giusto per scrivere qualcosa..

Read Full Post »

Ieri sera volevo tornare al Beach Jazz Festival. Solito giro bus+metro+bus, uscito dalla metro pero’ mi trovo spiazzato, c’e’ un altro festival! uno per ridere stavolta, il Just for Laughs, il famoso hahaha.com
Erano le 9.45 e stava per finire, mi dirigo allora alla mia meta originaria, ma anche questa e’ li’ li’ per terminare.

Nel frattempo ho visto un’altra stanza e mi sono beccato il secondo tizio in biblioteca che soffre di flatolenza romorosa, deve essere di moda andare a farle in biblioteca. ;-)

Devo abituarmi ad uscire presto la sera..

Read Full Post »

Older Posts »