Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘ritorno’ Category

Sono arrivato a Firenze.
Sei mesi sono molti e allo stesso tempo sono molto pochi ma alcune cose cambiano, conosci persone, cambi o adatti le tue abitudini a quelle del posto in cui stai, rivedi oggetti, senti percezioni che avevi messo in uno stato di pausa per la tua esperienza fuori.

Sono appena arrivato e mi daro’ qualche giorno di tregua per adattarmi.
Devo riabituarmi, mi rendo ora conto che tutto sara’ meno drammatico di quanto ho scritto nei giorni scorsi. Ma non scrivevo con la testa.

Sono molto felice di aver fatto tutto quello che ho fatto, senza rimpianti e senza rimorsi, su questo mi sento fortunato.
Non la considero un’esperienza finita li’, potrebbe continuare, non piu’ come esperienza ma come qualcosa di diverso.

Mi sento pero’ di dover chiedere scusa ad alcune persone, quelle piu’ vicine in particolare.
Nelle ultime settimane mi sono reso conto di essere stato quasi insopportabile, avevo solo due pensieri nella testa, il secondo era ovviamente quello della partenza verso un ignoto conosciuto, il dover affrontare ancora una volta, dall’inizio, molte cose che avrebbero dovuto essere ovvie e che improvvisamente non lo sono state.

Provero’ a scrivere due righe nei prossimi giorni, quando il riadattamento sara’ in una fase avanzata.

Un abbraccio a tutti, vicini e lontani.
Ciao.

NB: la scheda Rogers in Italia non funziona, se mi inviate sms non li ricevo.

Annunci

Read Full Post »

Giorni relativamente tranquilli, a parte il fatto che manca poco sabato stavan per non farmi entrare in una birreria, sembravo sbronzo? bah.

Novembre, poco piu’ di un mese alla partenza, sono contento che faro’ un viaggio al nord di qualche giorni, meno felice invece di lasciare questo paese che mi ha, se si puo’ dire, aperto glio occhi, o meglio, la mente su molte cose, ho avuto il tempo di riflettere, molto tempo per pensare a cosa voglio fare, a cosa posso fare ma sopratutto al dove.
Non vi annoio con troppe parole, mi sta un po’ prendendo male se penso al viaggio di ritorno, ma chissa’, magari l’Italia offrira’ un sacco di nuove opportunita’, l’imperatore sara’ morto di una morte atroce, le mafiette saranno abbattute, il clientelismo un ricordo del passato.
Ma chi voglio prendere in giro?

Read Full Post »

Sono finalmente tornato a Toronto. Magari un giorno racconto gli sketch. Ma anche no.

Per fortuna l’ultima immagine di London e’ quella di una partita di “calcetto” femminile (dove sia il coach che due giocatrici sarebbero diventati il mio passaggio London-Toronto).
Partita con a bordocampo una fila di genitori che non finiva piu’, accaniti e urlanti da far paura, tanto che ad un certo punto l’arbitro ha fermato la partita per rimproverarli dei troppi “suggerimenti” alle figlie. Un po’ come i 60milioni di commissari tecnici che abbiamo in Italia durante i mondiali.

Usando una metafora forse troppo pomposa, queste ultime cinque ore di partita&viaggio hanno illuminato questi 10 giorni di oscurita’.

Prima di partire mi e’ stata consigliata una squola scuola a cui giusto oggi mi sono iscritto.

Nient’altro di significativo, uno di quei post inutili.. tranne certamente per chi conosce quegli occhioni e quel sorriso enormi.

Read Full Post »