Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘dormire’ Category

Alla fine solo stanotte (stamattina) sono riuscito a dormire a casa nuova.
Questo fine settimana e’ stato particolarmente intenso, e’ anche un long week-end, il 1 settembre e’ Labour Day, giorno di festa nel Nord America.
Sabato primo giorno al Festival. A meta’ pomeriggio con Irma, Theresa (Toronto) e Sascha (Berlino) abbiamo passato tutto il pomeriggio per College st. a prendere un po’ in giro i diversi spettacolini anni 50-60 per poi dirigerci verso il main stage al concerto Taranta Power, molte le persone, gran parte delle quali molto anziane, sedute davanti al palco, con buona probabilita’ si aspettavano la tarantella che avevano lasciato decenni fa nelle loro terre, cosi’ non e’ stato, ovviamente.
Sia Theresa che Sascha, pur non capendo molto, hanno apprezzato la performance, chiedendoci anche il nome dell’artista, per approfondire.

Dopo cena, lasciati i due stranieri, ci siamo reincontrati col gruppo, l’ora tarda ha richiesto le magie per rimediare qualcosa di alcolico vicino all’hotel, per fortuna la fata turchina era con noi ed e siamo riusciti a bere qualcosa.
A notte tarda i mezzi scarseggiano a Toronto, siamo rimasti in albergo con i ragazzi.

La mattina di ritorno a casa per una doccia rinfrescante (fa caldo..), io poi avevo il mio appuntamento con il solito gruppo di CouchSurfing, persone meravigliose devo dire.
Era un meeting al Kensington Market per un’altra sessione di Free Hugs, questa zona e’ piena di vita easygoing, e ieri era proprio la giornata senza auto, centinaia e centinaia di persone per le strade dell’area e una 15ina di folli muniti di cartelli con su scritto “Free Hugs” (Abbracci Gratis), e di abbracci gratis ce ne sono stati davvero tanti, situazione decisamente migliore di quella scorsa in Dundas Square.

Finito il pomeriggio di abbracci in 6-7 siamo andati a prendere qualcosa da bere, io mi sono poi staccato per raggiungere Roberto e gli altri della band, rinchiusi in un recinto abbiamo potuto bere una birretta.

Il concerto e’ stato decisamente piu’ coinvolgente, sotto cassa vecchini, giovani e bambini, ci siamo fatti coinvolgere volentieri.

Birretta dopo cena in zona albergo e poi a letto.
Purtroppro le cose sono un po’ precipitate nelle ultime ore, ma era comprensibile dopo mesi stressanti di tour.
Devo dire che mi sono divertito in questi giorni, non mi aspettavo certo quello che e’ successo e sono contento di come sono andate le cose (quasi tutto ecco:)

Annunci

Read Full Post »

Le cose per il festival si stanno muovendo, da oggi ho la maglia verde del Toronto Film Festival, oltre alla maglietta ci hanno dato una busta griffata tiff appunto con all’interno flyer di varie iniziative a cui possiamo partecipare durante il festival, patatine, Caffe’ Verona e una scatola con un bicchiere Stella Artois (Luca..). Ovviamente tutti sponsor del Festival.

In questi giorni sto portando via via le mie cose alla nuova casa, domani mattina e’ il turno della valigia grande, sabato borsa piccola e computer, e non rimarra’ nulla. La stanza inizia davvero ad esser vuota.
Oggi sono riuscito finalmente a comprare l’indispensabile per dormire, lenzuola e due fantastici cuscini a $9.99 ;)
Sabato sera vedo se riesco a dormire la’.

nota: igene

Read Full Post »

Stamattina le mie coinquiline hanno avuto la fantastica idea di fare un bordello della madonna alle 4 del mattino. Ho ancora sonno, la prossima volta faranno attenzione, dicono. Speriamo, che poi ho dormito in piedi tutto il giorno :/

Il tipo che ieri mi ha detto di aver affittato la stanza si e’ scusato, pensava fossi un’altra persona. In ogni caso vogliono una persona per almeno 9 mesi, quindi picche. La ricerca di casa continua, che palle.

Read Full Post »

Oggi sono stato all’Istituto Italiano di Cultura (IIC), bella situazione, informale e amichevole dire, diverso da come me lo immaginavo, persone interessanti devo dire.
Ovviamente hanno una biblioteca italiana piu’ grande di quella della Publica Library di Toronto, unita alla situazione, ho l’impressione che ci faro’ capolino spesso nei prossimi mesi.

Dopo, vispo come sono, mi sono scolato in compagnia un litro di birra, vispo perche’ ero digiuno da ieri sera se non contiamo il biscotto di stamani, un po’ l’ho sentita, sopratutto perche’ poi sono andato a vedere un’altra stanza, per settembre.

Situazione interessante, anche se buffa, genitori con 3 figli rispettivamente di bimba di 6 anni in giro per casa, bambino di 2 spaparanzato a dormire sulla poltrona e un altro di 6 mesi attaccato alla mamma. Posizione geografica interessante (c’e’ pure la finestra! e volendo l’aria condizionata) ma, con tutto il rispetto, non sono sicuro di voler sentire un bimbo di 6 mesi piangere la notte (anche i bimbi canadesi piangono, vero?).
Quando ho ripreso la metro mi sono trovato di fronte alla versione canadese di John Lennon da giovane.

nota: qui sto iniziando a capire che devo iniziare a sbronzarmi probabilmente..
nota2: guardate che chicca che ho trovato

Read Full Post »